Smettere di pensare al passato

Una delle malattie più comuni nella nostra era è quella del pensare. Si perché pensare al passato, soprattutto se troppo è una malattia che fa male. Se sei giunto fin qui è perché ti sei reso/a conto che è importante smettere di pensare al passato per riuscire a vivere meglio.

Voglio quindi consigliarti 7 punti fondamentali per aiutarti a smettere di pensare al passato ed iniziare e vivere meglio.

Concentrati sul tuo presente

Può parre banale ma il segreto per smettere di pensare al passato è il famoso “qui e ora” tanto caro ai Buddisti ovvero concentrarsi sul presente.

Concentrarsi sul presente vuol dire smettere di pensare al passato e vivere e godere appieno ogni istante che c’è adesso. Il passato non si può modificare, ciò che è stato è stato. Pensarci ti causa solo sofferenza anche se si tratta di un bel ricordo.

Ma come fare per concentrarsi sul presente?

E’ semplice, più di quello che pensi. Il segreto è lo stare impegnati. Nel momento in cui sei impegnato a fare qualcosa la tua mente è concentrata su quella specifica azione che non ha il tempo e le energie per mettersi a pensare al passato. Ecco quindi il primo segreto per smettere di pensare al passato. Quando ti prendono in momenti no, la malinconia o la tristezza…inizia a fare qualcosa.

Esci. Vai a fare una camminata, prendi la bici e pedala o più semplicemente mettiti a pulire casa o a cucinare. Tieni la mente impegnata e smetterai di pensare.

E in tutti gli altri momenti?

Per smettere di pensare al passato in ogni momento il segreto è concentrarsi sui sensi che hai a disposizione.

Come smettere di pensare al passato : usa tutti i cinque sensi

Abbiamo a disposizione cinque sensi ma per una strana ragione tendiamo a non utilizzarli mai. Ci risultano noiosi e per questo finiamo con l’utilizzare sempre il pensiero, qualcosa di astratto che non esiste.

Invece di soffermarsi a guardare la bellezza di ciò che ci circonda, ad ascoltare il rumore del luogo in cui siamo o a sentirne i profumi e la consistenza ci perdiamo a pensare.

Pensare è più divertente, più fantasioso mentre usare i cinque sensi è noioso. La mente ci permette di creare film e scenari immaginari a nostro gusto. I sensi ci limitano a percepire la realtà e dopo un po’ ci annoiano.

Un giorno un amico buddista mi ha insegnato un esercizio semplice ma al contempo potente.

Siediti sulla riva di un fiume e osservalo usando tutti e cinque i sensi senza distrarti. All’inizio sarà difficile farlo anche solo per due semplici minuti. Ti stancherai e inizierai a pensare. Sarà allora che non dovrai demordere e riprovarci giorno dopo giorno.

Quando sarai riuscita/o a restare concentrato sul “qui e ora” del fiume per almeno mezzora potrai dire di aver in punto la tua mente e riuscire a comandarla.

Questo è il segreto per smettere di pensare al passato. Nulla di più

I 7 punti per smettere di pensare al passato

All’inizio dell’articolo ti ho promesso alcuni punti davvero importanti da considerare per smettere di pensare al passato, vediamoli insieme:

  1. Non puoi cambiare il tuo passato – non so quali tragedie siano successe nel tuo passato, ma non puoi davvero cambiare i loro risultati a meno che tu non abbia una macchina del tempo. Non vale la pena preoccuparsi del passato. Tutti hanno attraversato alti e bassi nella loro vita. Ciò che rende le persone di successo è la capacità di lasciarsi andare le cose e vivere nel “qui e ora”. Questa è la cosa pratica da fare;
  2. Puoi lavorare per un futuro migliore. Hai ancora un’intera vita davanti a te. Vivi ogni momento. Sfrutta al massimo la tua vita rimanente. Fai le cose che hai sempre voluto fare nella tua vita;
  3. Non sei solo. Molte persone hanno il problema di pensare troppo, che si tratti del passato, del presente o del futuro. Viviamo già una forma di vita complessa. Renderla ancora più complessa non ti aiuterà. Se hai un problema, trova la soluzione. Se trovi la soluzione non c’è bisogno di preoccuparsi. Se non riesci a trovare la soluzione è importante lasciarla andare. Non c’è e non è preoccupandosi che la puoi risolvere;

    Non è mai stato un tuo problema da risolvere.
  4. Segui le basi: hai un problema; analizzarlo; trova possibili soluzioni; implementale per ottimizzare i benefici;
  5. Non perdere tempo a pensare troppo. Vivilo quel tempo!
  6. Riduci al minimo il tuo tempo lavorando con distrazioni: massimizza l’utilizzo del tuo tempo nel lavoro produttivo. Non troverai mai il tempo di pensare a cose stupide che hai fatto in passato;
  7. Impara dal passato e non ripetere gli errori che hai fatto in passato. Tieni nota degli errori che hai fatto. Sii cauto la prossima volta che arriverà una situazione simile;

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.