Quale cuscino per la meditazione utilizzare

Le pratiche di meditazione stanno divenendo sempre più comuni e, una delle domande che si fanno sempre più spesso i neofiti di questo mondo è “quale cuscino per la meditazione usare”.

In questo articolo vediamo quali sono i cuscini per meditazione, perché utilizzarli e come scegliere un cuscino per meditazione. Imparerai che i cuscini non sono tutti uguali e per ogni cuscino da meditazione ci sono misure differenti.

Perché usare un cuscino per meditare

Iniziamo subito con il dire che usare un cuscino per meditare è importante. Se il tuo intendo è arrivare a meditare per periodi medio lunghi, a partire dai 5 minuti in su, stare seduti a terra a gambe incrociate può risultare scomodo e doloroso. Ecco perché si usa un cuscino per la meditazione.

Secondo i precetti buddisti, la posizione corretta per meditare è chiamata ” posizione dei sette punti “. Senza entrare troppo nei dettagli, uno dei Sette Punti consiglia di “porre i piedi con le gambe piegate nella posizione del Buddha”.

Per mantenere questa posizione ed evitare sforzi eccessivi sulle ginocchia si utilizza appunto un cuscino per la meditazione che è generalmente alto nei neofiti e più basso per gli esperti (con la pratica la posizione si ammorbidisce e affatica meno le articolazioni).

Quale cuscino per la meditazione utilizzare

Bisogna dire che esistono varie posizioni per meditare e le più conosciute sono la posizione Birmana (semplice a gambe incrociate) e quella Seiza (inginocchiata su un cuscino o uno sgabello). Vediamo quale cuscino per la meditazione utilizzare e per quale posizione è consigliato.

È fondamentale ed essenziale essere ben posizionati sul proprio cuscino da meditazione durante la pratica. Per questo esistono un’ampia gamma di forme e dimensioni di cuscino per la meditazione al fine di trovare quello che meglio si adatta alla propria morfologia.

Come scegliere un cuscino meditazione

L’altezza è molto importante: un cuscino da meditazione troppo basso provoca dolore. Non tutti possono sedersi mantenendo le gambe a 45 gradi rispetto al corpo.

Di seguito trovi una piccola griglia informativa che ti darà alcuni dati di riferimento riguardanti l’altezza del cuscino per la meditazione da scegliere.

cuscino meditazione misure

Dopo aver verificato l’altezza del cuscino è bene scegliere il cuscino per la meditazione a seconda della forma.

Cuscino Zafu – posizione Birmana

Riempito con gusci di grano saraceno e rivestito con cotone biologico è il cuscino classico ideale per la posizione Birmana.

Disponibile in diverse misure questo tipo di cuscino è quello più comune e utilizzato in tutti i templi zen del mondo. Ideale se hai bisogno di meditare senza sforzare troppo le gambe. Se hai problemi di circolazione questo è il cuscino da utilizzare per meditare.

Si distingue per la sua forma ovale, la seduta leggermente curva e le pieghe laterali. La superficie curva del cuscino Zafu non consente di sedersi al centro. La posizione corretta di questo cuscino è di stare leggermente sul bordo e, in questo modo, raddrizzare la schiena, aprire i fianchi e liberare lo stomaco per favorire la respirazione addominale.

cuscino per la meditazione schiena dritta

Cuscino da meditazione rotondo – posizione Birmana

Si tratta di un cuscino per la meditazione cilindrico e senza pieghe.

La sua altezza è studiata per consentire una seduta corretta durante le sessioni di meditazione. Indicato soprattutto per le persone che non hanno flessibilità all’anca o soffrono di un problema al ginocchio .

I bordi di questo cuscino da meditazione sono generalmente arrotondati per ridurre l’interruzione della circolazione sanguigna sotto le cosce .

Con questa tipologia di cuscino per la meditazione puoi sederti al centro.

cuscino per meditazione rotondo per principianti

Cuscino a mezza luna Zafu – Posizione Birmana

Questo genere di cuscino, da scegliere sempre con rivestimento in cotone e interni in grano saraceno per garantirsi la massima qualità, è ideale se non hai problemi di circolazione. Fornisce un supporto più ampio per gambe e fianchi.

Chiamato Fuzen o Half-Zafu queto cuscino è progettato in modo che le cosce possano poggiare sulla parte anteriore e sui lati profondi del cuscino da meditazione.

La leggera inclinazione del cuscino consente inoltre di sedersi a diverse altezze , il che è adatto a persone che migliorano costantemente la flessibilità dell’anca. Un altro vantaggio di questo tipo di cuscino da meditazione è che non ha bordi e quindi non interrompe la circolazione sanguigna delle cosce come farebbe, ad esempio, un cuscino quadrato.

cuscino a mezza luna per meditazione

Banco o Sgabello da meditazione – posizione Seiza

Un’alternativa al cuscino da meditazione è lo Shoggi, uno sgabello da meditazione. La scelta tra un cuscino da meditazione Zafu e uno Shoggi è personale.

sbagello da meditazione

Tappetino da meditazione Zabuton – posizione Seiza

Il tappetino da meditazione relax o Zabuton è l’ideale per sdraiarsi per meditare distesi (specifico di alcune pratiche) o per isolarsi dal freddo del terreno. Viene generalmente utilizzato come fondo per i cuscini per la meditazione. 

Assicurati che il tuo tappetino da meditazione abbia una fodera lavabile o che sia lavabile interamente.

tappettino per meditare quale scegliere

Conclusione

Abbiamo visto come per meditare correttamente è importante scegliere, non solo la posizione in cui ci sentiamo più comode ma anche il cuscino giusto per mantenere una postura corretta. Fondamentale è che la colonna vertebrale sia in posizione corretta e distesa per permetterti di liberare tutte le energie e respirare correttamente.

Ora, prendi un per respiro, chiudi gli occhi e.. buona meditazione.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.